Contropiede di Lotito per prendere Alitalia

mercoledì 12 giugno 2019 - 19.29

E’ stata necessaria qualche ora per verificare che Claudio Lotito, da 15 anni alla presidenza della Lazio e a capo di una holding che spazia dalle imprese di pulizia al catering e alla vigilanza privata, avesse presentato effettivamente una manifestazione di interesse per entrare nella partita della Newco Alitalia.
Ora è chiaro che egli ha avanzato un'offerta di acquisto formale, acquisendo il diritto a sedersi al tavolo delle trattative, con Fs che guida la cordata e Delta Airlines partner industriale, a cui si aggiunge il Mef che può fare valere la quota interessi del prestito a suo tempo concesso ad Alitalia. La voce dell’intrapresa di Lotito era circolata, ma nessuno sembrava disposto a dare credito a questa ipotesi, preferendo allungare lo sguardo verso Atlantia che, a dispetto degli auspici manifestati dal mondo politico leghista, ha ribadito chiaramente che il dossier Alitalia non rientra nei propri interessi.
Ora a Lotito toccherà dimostrarsi credibile finanziariamente e non solo. Si tratta di capire se il patron laziale sia espressione di capitali propri o a sua volta a capo di una cordata. Se ne saprà al momento di approfondire i contenuti dell’offerta, giunta, sembra certo, nella serata di martedì 11 giugno, quando gli stessi esponenti politici spendevano ottimismo per una soluzione in grado di avviare il nuovo corso di Alitalia.

Stampa Chiudi
Teleborsa