BTP Futura al via il 16 aprile. MEF annuncia dettagli dell'emissione

Il MEF annuncia i dettagli per la prossima emissione del nuovo BTP Futura, che sarà collocato da lunedì 19 aprile a venerdì 23 aprile, salvo chiusura anticipata. Sono state pubblicate la Scheda Informativa e la Nota Tecnica relative al titolo riservato alla clientela retail, che, come le emissioni precedenti, si propone di reperire le risorse necessarie a "finanziare le misure per la ripresa economica dal Covid-19 e le spese statali destinate a fronteggiare la pandemia, comprese quelle relative alla campagna vaccinale".

Il premio raddoppia

Il titolo a 16 anni, una scadenza più lunga delle precedenti emissioni, prevede un doppio premio fedeltà: alla fine dei primi otto anni di vita del titolo l’investitore che avrà detenuto il BTP Futura sin dall’emissione avrà diritto a un premio intermedio pari al 40% della media del tasso di crescita del PIL nominale registrato nei primi otto anni di vita del titolo, compreso fra fra un minimo dello 0,4% ed un massimo dell’1,2% del capitale investito; alla scadenza finale dei 16 anni sarà riconosciuto a chi avrà detenuto il titolo sin dall'emissione un premio finale che includerà due componenti: la prima pari al restante 60% della media del tasso di crescita del PIL registrato nei primi otto anni del titolo, compreso fra un minimo dello 0,6% ed un massimo dell’1,8%, la seconda pari al 100% della media del tasso di crescita del PIL del seocndo periodo (9°-16° anno), compreso fra un minimo dell’1% ed un massimo del 3% del capitale investito.

Cedole semestrali con meccanismo step-up

Il BTP Futura presenta cedole nominali semestrali calcolate sulla base di tassi prefissati e crescenti nel tempo secondo il consueto meccanismo step-up (a scaglioni).

E' previsto un tasso cedolare fisso per i primi 4 anni, che aumenta ogni 4 anni: una prima volta per i successivi 4 anni, una seconda per i successivi 4 anni ed infine una terza volta per i restanti 4 anni di vita del titolo prima della scadenza.

La serie dei tassi cedolari minimi garantiti di questa prima emissione del BTP Futura sarà comunicata venerdì 16 aprile 2021, mentre i tassi cedolari definitivi saranno annunciati alla chiusura del collocamento, il giorno 23 aprile, e non potranno comunque essere inferiori ai tassi cedolari minimi garantiti comunicati all’avvio del collocamento. E' anche possibile che i tassi dei quadrienni successivi al primo vengano rivisti al rialzo in base alle condizioni di mercato.

Collocamento tramite MOT

Il titolo sarà collocato anche questa volta alla pari (prezzo 100) sulla piattaforma elettronica MOT di Borsa Italiana per il tramite di due banche dealers Intesa Sanpaolo e Unicredit.

Non sono previsti riparti né sarà applicato alcun tetto massimo, assicurando la completa soddisfazione degli ordini, salvo facoltà da parte del Ministero di chiudere anticipatamente l’emissione (non prima dui mercoledì 21 aprile).

Al sottoscrittore non verranno applicate commissioni per acquisti nei giorni di collocamento, mentre sul rendimento del titolo si continuerà ad applicare l’usuale tassazione agevolata sui titoli di Stato pari al 12,5%.